HOME | CONTATTI
Arte Figurativa
Sito dedicato ai ritratti eterni,
al bel raffigurare, all'arte classica
e alla decorazione d'autore
Perchè                Biografia                Faq                 Bibliografia                 Links                    Dicono che..
Ritratti
    ● Ritratti 1
  
Ritratti 2
  
Ritratti 3

Dipinti ad olio

Paesaggi

Marineria

S
tudi e Abbozzi

Matite

Istintuali


decorazioni

restauro

Tecnica

Le Buona Ragioni per farsi fare un Ritratto

( segue )

Ma il ritratto è un’altra cosa.

Si è sempre pensato che il viso dell’uomo sia il modo migliore per conoscerne il carattere, e poiché dalla più tenera infanzia abbiamo imparato a leggere i significati nascosti dietro le espressioni mutevoli di chi ci sta intorno, può sorprendere un po’ il fatto che l’arte del ritratto abbia impiegato tanto tempo ad affermarsi, e che comunque, ancor oggi, sia quasi un prodotto di nicchia, presente nei pensieri di pochi estimatori e non in quelli della maggioranza delle persone.

Invece, ha uno storico alle spalle decisamente di tutto rispetto, ed è una vera e propria linea di pensiero che, in epoche passate, ha rivestito valenza sociali e religiose ben più ampie di quelle immaginabili.

Conosciuto fin da prima che cominciasse ad avere una certa regolarità di esecuzione presso gli antichi Egizi, come la biografia e l’autobiografia il ritratto fu un’arte caratteristica del rinascimento, epoca in cui ci si andava accorgendo che ogni individuo ha un aspetto e una personalità distinti.

Hogarth dice che “non c’è nessun panorama che si conosca bene quanto il viso umano[..] E’ il centro della nostra vita emotiva. Dalla nascita alla morte, il viso ci unisce agli amici, alla famiglia,  a chiunque sia importante per noi Poche cose sono in grado di commuoverci tanto profondamente quanto il viso della persona amata.”

 

Leon Battista Alberti, nel suo De Pictura (1435), afferma che “..una pittura commuoverà l’anima dello spettatore quando ogni uomo lì ritratto mostrerà i movimenti della propria anima.”

 

Il ritratto ferma il tempo, ferma l’anima e la prega di aspettare il tempo di scambiare due parole. Chiedete a chi ha un ritratto: non ci si fa mai l’abitudine, non diventerà mai un soprammobile. E sono persone più ricche dentro, non c’è dubbio. Avere un ritratto racconta a chi ha conosciuto ( come riascoltare la voce registrata) e presenta a chi non ha conosciuto. E’ riascoltare la voce del figlio oggi grande quando era infante, e sentire le sue prime parole. E’ riascoltare la voce del padre, del nonno, e rivivere quelle favole, quelle sere.

E’ rivedere la madre sorridere nei filmati di famiglia, e sentire ancora il suo profumo. Ma a differenza di questi ultimi, il ritratto ha anche una funzione tattile, e si può toccare: E si può dare ancora una carezza virtuale alla figura amata.

Quando andate nei Musei, guardate quei quadri come li avete sempre visti, ma, da oggi, guardateli anche come un popolo.

 

Oggi non ci sono più, ma c’erano prima di noi, e allora godete anche voi del piacere che hanno provato loro a mettersi in posa, cercate di mettervi al posto loro ,e di sentire il loro stato

d’animo mentre il pittore li ritraeva, e loro si sentivano importanti. E infine, mentre siete nel Museo, con davanti quei capolavori, guardate in faccia quelle persone, e cercate di convincervi, razionalmente, che sono morti. Non ci riuscirete mai. Per quanto vi sforzerete, loro si rifiuteranno di giacere in un sepolcro, e rimarranno eretti.

Ecco perché ho scelto di fare il ritrattista. Per passione,certo, ma anche per fregare la morte e farmi alleato il tempo. E per chi, come me, ha rischiato la vita per motivi da salute, è già una bella soddisfazione.

E comunque, disperando di farlo direttamente alle persone, spero e credo di fare del bene alle anime

 

Copyright © Arte Figurativa 2006.

Vietata la riproduzione totale e/o parziale dei contenuti del sito senza l'autorizzazione esplicita dell'autore.

Alcune immagini presenti nel sito sono state prese direttamente da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio.

Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo all'indirizzo mail webmaster@artefigurativa.eu

e provvederemo prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate