HOME | CONTATTI
Arte Figurativa
Sito dedicato ai ritratti eterni,
al bel raffigurare, all'arte classica
e alla decorazione d'autore
Perchè                Biografia                Faq                 Bibliografia                 Links                    Dicono che..
Ritratti
    ● Ritratti 1
  
Ritratti 2
  
Ritratti 3

Dipinti ad olio

Paesaggi

Marineria

S
tudi e Abbozzi

Matite

Istintuali


decorazioni

restauro

Tecnica

SCHEDA TECNICA DI ESECUZIONE DELL'OPERA

STRUTTURA Il disegno preparatorio è stato fissato su tela, successivamente incollata su un telaio già intelato con tela pulita, creando così un supporto a tela doppia. E' poi stato messo ad asciugare per circa una settimana.

 

ABBOZZO L'esecuzione dell'abbozzo medesimo è stata fatta in un primo stadio completamente in monocromo, creando luci e ombre, zone chiare e zone scure. Il medium usato è una miscela di vernice a base resinosa, addizionata di pochissimo olio di lino, e mesticata con Terra d'Ombra bruciata. Dopo ogni passata il dipinto è stato messo ad asciugare per più giorni, attendendo la completa essiccazione dello strato precedente per l'applicazione dello strato successivo. Al completo dell'abbozzo, e alla raggiunta completa essiccazione,  sono state passate tre mani. sottilissime e semitrasparenti, dello stesso medium di cui sopra, in funzione di primer aggrappante, un poco diluito con essenza di trementina.

 

PITTURA Si è iniziata con il metodo "dal fondo in su", realizzando per primo lo stesso sfondo con svariate velature della stessa vernice

iniziale, aumentando però gradatamente la quantità di Terra d'Ombra bruciata e iniziando a mesticarvi insieme dell'ocra naturale.

Questo sistema permette di rendere profondità al quadro e aumenta la rifrangibilità del fondo stesso.                                             

Tra una passata e l'altra il dipinto è stato messo ad asciugare per qualche giorno

Seguendo sempre il procedimento "dal fondo in su" si è affrontato il carnicino, dando per prima velature di Verde, con piccolissime aggiunte di Blu Oltremare, ripassando così l'abbozzo, rendendo più profonde le ombre stesse, e successivamente è stato applicato un impasto a strati molto sottili di Bianco di Titanio, Bianco di Zinco, Ocra e Rosso Ossido. Le ombre della pelle sono composte da questo impasto, opportunamente diluito, aggiunto di Terra in funzione della profondità dell'ombra. Lo stesso, in proporzioni variabili, è stato fatto per gli indumenti.

 

Una volta asciutto, il dipinto è stato velato per circa sei volte con una vernice a base resinosa mesticata con olio di lino, mesticata in recipiente nuovo e pulito, con un pennello usato solo per questo scopo.

 

La lavorazione ha richiesto che molta parte dell'esecuzione fosse lavorata con le dita, direttamente sull'impasto, per "accarezzare" e sentire in piena tattilità la pelle mentre veniva, per così dire, "stesa" sul cranio e sulla muscolatura sottostante

 

Il tempo di esecuzione totale, tolto il periodo di asciugatura finale , è di circa tre mesi.

RITRATTO DI MASSIMO DORDONI

Olio su tela, tecnica fiamminga

cm. 80 x 100, 2006

Collezione privata Sig. Dordoni

iIngrandimento dell'opera

 

Copyright © Arte Figurativa 2006.

Vietata la riproduzione totale e/o parziale dei contenuti del sito senza l'autorizzazione esplicita dell'autore.

Alcune immagini presenti nel sito sono state prese direttamente da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio.

Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo all'indirizzo mail webmaster@artefigurativa.eu

e provvederemo prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate